Editoriali

All’assalto, biancoscudati!

Si ricomincia.

E chi scrive, lo fa quasi a malincuore. Il motivo? Il pomeriggio del Moccagatta sembra storia di un paio di giorni fa, come se il tempo si fosse fermato, tanto è nitido il film dal finale amaro, con le scorie del post-stagione 2020/21 ancora (quasi) tutte da smaltire.

La delusione per una promozione in B sfumata due volte nell’arco di appena 45 giorni ha rischiato di travolgerci. Con essa, la rabbia nel dover voltar pagina ancora, osservando impotenti i festeggiamenti altrui, tra occasioni mancate e un rigore – uno soltanto – sfilato a lato.

Nessun attacco ai singoli, ci mancherebbe, anzi un sentito abbraccio morale, perché il calcio – si sa – è una ruota che gira. Si vince da squadra, e si perde da squadra. E da squadra – intesa come un universo variegato e composito di elementi dentro e fuori dal campo – si deve ripartire. Con coraggio, con personalità, con forza e piena consapevolezza nei propri mezzi.

Siamo alla vigilia di una nuova stagione, con nuovo allenatore, e un gruppo di giocatori rinnovato, ma costruito sulla spina dorsale del collettivo protagonista nello scorso torneo. Una compagine forte, anzi fortissima. Con talenti invidiati da quasi tutta la categoria, e forse da qualche club al piano di sopra.

Il nostro Padova, inoltre, ha un’arma in più, potenzialmente letale: la forza di un gruppo unito, che dalla bruciante delusione di Giugno dovrà saper trovare energie fisiche e mentali per un’altra scalata in questa Lega Pro. Soltanto con il reciproco sostegno, con unità d’intenti ed obiettivi, sapremo arrivare in fondo. Dirigenti, giocatori, tifosi, stampa: siamo il Padova, e dobbiamo essere orgogliosi di difenderne i colori. A qualunque costo.

All’assalto, allora, biancoscudati. Forsa tosi, demoghe dentro! ⚪️🔴

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.