Partite

Padova, SEI forte!

Il Padova batte anche il Fiorenzuola, grazie a una doppietta di Ceravolo, e mantiene salda la vetta allungando anche sulle inseguitrici. Avanti così

Ph: Ilenia Calli / Calcio Padova

E sono sei. La striscia di vittorie consecutive da inizio stagione prosegue anche dopo il turno infrasettimanale all’Euganeo contro il Fiorenzuola. Due a uno, in rimonta (la terza in sei gare), per una squadra mutata nell’assetto e negli interpreti al calcio d’avvio, capace di giocare un buon calcio e di reagire agli imprevisti. Tutto perfetto? Non proprio, ma che i biancoscudati di questa stagione sotto la guida di Pavanel abbiano finora dimostrato di avere una marcia in più, non ci piove.

Andiamo con ordine, però, perchè il primo tempo dell’Euganeo contro la formazione piacentina è una sorta di monologo con sorpresa finale. Saber, Ceravolo e Chiricò producono nel primo quarto d’ora altrettanti pericoli per la porta di Battaiola. Il Padova corre, gioca, crea buone trame che tuttavia spesso si infrangono nel muro piazzato da Tabbiani a protezione dei propri 16 metri.

Nel pieno del forcing iniziale, Kirwan ci prova al 24′ con una girata al volo, e del Fiorenzuola per oltre mezz’ora, nemmeno l’ombra. Ecco allora, dietro l’angolo (come consuetudine a queste latitudini), la beffa. Corre il 37′, quando sugli sviluppi di un’azione da corner, Ferri scocca un sinistro dalla distanza che si infila tra Donnarumma e il palo, per l’inatteso vantaggio ospite. Ci sarebbe da annotare anche un (netto) fuorigioco passivo di un attaccante piacentino a disturbare l’estremo scudato, ma – si sa – da un po’ di tempo va di moda stigmatizzare soltanto le sottigliezze a favore della nostra squadra, senza un briciolo di obiettività (Tabbiani, Baldrighi, fischiano le orecchie?).

Ferito nell’orgoglio, il gruppo di Pavanel non si disunisce. Prima dell’intervallo ci provano ancora Ronaldo e Ceravolo, ma è proprio il secondo tempo a dare il “la” alla rimonta. Il tecnico veneziano lascia in spogliatoio Bifulco e Jelenic, inserendo Santini e Busellato. Proprio l’attaccante toscano si rivelerà arma in più nello scacchiere biancoscudato. Suo, infatti, è l’assist vincente per Ceravolo che al 56′ fa secco Battaiola per il meritato 1-1.

La gara si vivacizza, e pur senza sussulti, il Fiorenzuola sembra tenere il passo provando la sortita offensiva di tanto in tanto. Ancora Santini si fa vedere dalla distanza (72′) ma Battaiola devia in tuffo. Poi è Ronaldo-show. Il brasiliano sale in cattedra caricandosi la squadra sulle spalle e al 77′ dopo una serpentina entra in area e viene steso da Dimarco. Per quasi tutti, compreso il direttore di gara è rigore. Dal dischetto va Ceravolo, che la butta dentro per il 2-1 finale.

Poi Della Latta potrebbe arrotondare di testa, ma va bene così. Sei vittorie in altrettante partite e un percorso di crescita che procede senza intoppi. Certo, subire di meno sarebbe più utile, ma non ci si può certo lamentare. Forsa tosi, demoghe dentro!!!

Padova-Fiorenzuola 2-1

Padova (4-3-3): Donnarumma; Kirwan, Valentini, Monaco, Gasbarro; Saber (65′ Della Latta), Ronaldo, Jelenic (46′ Busellato); Chiricò (65′ Terrani), Ceravolo (83′ Andelkovic), Bifulco (46′ Santini). In panchina: Vannucchi, Germano, Biasci, Cissé, Vasic, Settembrini, Curcio. All.: Pavanel

Fiorenzuola (4-3-3): Battaiola; Potop, Cavalli, Ferri, Dimarco; Nelli (84′ Esposito), Currarini, Palmieri; Mamona, Tommasini (73′ Oneto), Bruschi (81′ Arrondini). In panchina: Burigana, Olivera, Zaccariello, Maffei, Giani, Arrondini, Guglieri, Danovano, Varoli, Otranto. All.: Tabbiani

Arbitro: Mattia Pascarella di Nocera Inferiore (Montagnani-Croce). Quarto ufficiale: Gasparotti

⚽️ 37′ Ferri (F), 56′ Ceravolo (P), 77′ Ceravolo (Rig.) (P)

🟨 Nelli (F), Currarino (F), Kirwan (P), Ferri (F), Dimarco (F)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.