Partite

Carattere, Ceravolo e un po’ di… fortuna

Il Padova soffre la velocità della Juventus U23 nella prima frazione ma spezza l’equilibrio con un capolavoro sull’asse Chiricò-Ceravolo. Nella ripresa, Jelenic fa 2-0

Ph: Davide Boggian / Calcio Padova

Vittoria doveva essere, e vittoria è stata.

Il recupero della 14a giornata consegna ai biancoscudati il terzo successo di fila in campionato e – soprattutto – riavvicina la ciurma di Pavanel all’inarrestabile Südtirol, ora distante quattro lunghezze. Uno scenario certamente migliore di quello grigio (tendente al nero) di una quindicina di giorni fa. A maggior ragione dopo una prestazione tutta carattere e solidità, pur con un pizzico di fortuna in qualche fase di gara in apnea, a fronte di un’avversaria pimpante e veloce.

Padova-Juventus U23 è una partita a due facce, forse tre. C’è l’avvio, in cui il Padova prova a premere sull’acceleratore e fa vedere qualche buona cosa. All’11’, ad esempio, Chiricò viene servito con un lancio al millimetro da Ronaldo, il suo controllo è eccezionale nel far fuori il diretto avversario, ma il secondo tocco sposta la sfera quel tanto che basta a Israel per uscire e agguantare.

Sofferenza. Dal quarto d’ora in avanti, la crescita della Juventus fa da contraltare a una manovra biancoscudata più compassata. Al 15′ il primo campanello d’allarme: punizione tagliata di Palumbo, Akè devia di tacco trovando la bella risposta di Donnarumma. Il vantaggio ospite è sventato da Della Latta, che in spaccata leva la sfera dalla linea di porta. Il monologo bianconero è interrotto soltanto da una deliziosa palla di Ceravolo che al 21′ a giro col destro mette a lato di pochissimo. Al 23′, ancora Donnarumma risponde presente su botta da fuori di Zuelli, poi Busellato ci mette del suo con un errore marchiano a metà campo. Il contropiede ospite, per nostra fortuna, si conclude con un tiro a lato (26′).

Svolta. Pavanel perde Curcio per infortunio attorno alla mezz’ora, e pochi minuti più tardi, i piemontesi potrebbero andare in gol ancora una volta. È la traversa a salvare il Padova, con Sekulov bravo ma sfortunato nella conclusione da due passi a Donnarumma battuto. Primo tempo in archivio? Quasi. Scocca il 46′ e il Padova si fa vedere con un’azione tutta in verticale. Chiricò disegna un filtrante perfetto per Ceravolo. Il centravanti scudato non si fa pregare e la butta dentro da posizione defilata: 1-0.

Ripresa. Con l’inerzia della gara completamente mutata, il secondo tempo mostra un match completamente diverso. La Juve è sulle gambe, mentre il Padova gioca sulle ali di un ritrovato entusiasmo. Dopo una manciata di minuti Della Latta non è abbastanza reattivo per siglare il gol da due passi. Ci pensa allora Jelenic, al 69′, a coronare al meglio uno splendido assist palla a terra del solito Ceravolo. Israel non la vede nemmeno, e la palla si insacca per il raddoppio.

I venti minuti finali mettono in vetrina un Padova rinnovato dai cambi ma con la stessa mentalità combattiva. Quella di una squadra che sa di poter fare grandi cose, anche di fronte a qualche difficoltà. Santini e Ronaldo scaldano ancora le mani a Israel dalla distanza, mentre per la Juventus l’unica opportunità dell’intera ripresa è un destro al volo di Palumbo alto sulla traversa al 90′.

Due a zero, e tutti a casa, allora. Con la testa già a domenica, quando ci sarà da battagliare ancora, questa volta in casa della Giana Erminio. Forsa tosi, demoghe dentro!!!

Padova-Juventus U23 2-0

Padova (4-3-3): Donnarumma, Kirwan (46′ Germano), Pelagatti, Monaco, Curcio (35′ Gasbarro); Busellato (90′ Vasic), Ronaldo, Della Latta; Chiricò (69′ Santini), Ceravolo, Terrani (46′ Jelenic). In panchina: Vannucchi, Ajeti, Settembrini, Biasci, Cissé, Ejesi. All.: Pavanel

Juventus U23 (4-3-2-1): Israel; Leo, Poli (87′ Fiumanò), Stramaccioni, Barbieri; Zuelli, Palumbo, Miretti; Aké (87′ Pecorino), Sekulov (64′ Brighenti); Cudrig (64′ Da Graca). In panchina: Daffara, Anzolin, Leone. All.: Zauli

Arbitro: Claudio Panetella di Gallarate (Viytyuk-Ravera). Quarto uomo: Djurdjevic

⚽️ 45’+1′ Ceravolo (P), 69′ Jelenic (P)

🟨 Poli (J), Kirwan (P), Pelagatti (P), Ronaldo (P), Leo (J), Zuelli (J)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.