L'analisi

IL PUNTO DI VALE: PERGOLETTESE – PADOVA

Valentino Pedron, grande tifoso del Calcio Padova, membro di “Appartenenza Biancoscudata”, dirigente del Padova C5 di serie B nazionale, specializzato in scouting calcistico, analisi strategie e opzioni di gioco.

Sconfitta pesante (che a memoria richiama un Sampdoria – Padova di 30 anni fa!) ma che sicuramente farà bene al gruppo.
Il tema della giornata di oggi è rappresentato dai tempi di gioco di difesa e le scelte fatte da Valentini, Belli, Calabrese (e ci metto anche Curcio) che hanno commesso tanti errori sulle ripartenze avversarie. Pochissime palle recuperate perché il gioco della Pergolettese non ci ha permesso le giocate in verticale, sempre in ritardo sulle letture del gioco laterale e sempre a rincorrere nello spazio per chiudere le opzioni alle conclusione a rete.
Si salva Vasic che è l’unico che ha un approccio tattico che limita l’avversario di turno a giocare spalle alla porta. Loro, quando trovano lo scarico o il passaggio ad Artioli (prestito dal Sassuolo, gran giovane, che apre da Dio a destra e sinistra), saltano sistematicamente Dezi e Cretella. E noi… A rincorrere in maniera affannosa. Centrocampo nostro sovrastato, non fisicamente, ma qualitativamente.

È andato storto un po’ tutto. Nessuna idea per cercare di togliere questa superiorità a metà campo.

Sono contro agli affollamenti a centrocampo ma, probabilmente, un attacco a 2 avrebbe tolto questa superiorità numerica… Ad ogni modo non avremo mai la controprova.

Abbiamo fatto i fenomeni nelle prime partite dimostrando dinamismo e consapevolezza, idee nuove, gioco frizzante e un pizzico di spregiudicatezza.

Il conto è arrivato oggi? Non credo. Il gruppo è sano. Dopo oggi non c’è nulla che mi dia preoccupazione se non per la mancanza di alternative a De Marchi, Liguori, Germano e, forse, Gasbarro.

Un augurio a Caneo: che lavori sereno! I mugugni ora non servono a nulla, non dobbiamo sempre trovare un capro espiatorio o un alibi ogni volta che le cose vanno male. Semplicemente la Pergolettese ha giocato meglio di noi…. E ha vinto meritatamente.

Forza Padova!

Tabellino

PERGOLETTESE: Soncin M, Abiuso F. (dal 34′ st Vitalucci H.), Andreoli L., Arini M., Artioli F., Bariti D., Iori M., Lambrughi A., Piccinini S.,  Varas K. (dal 34′ st Figoli M.), Villa L.. A disposizione: Cattaneo M., Rubbi S., Bevilacqua F., Cancello R., Corti A., Figoli M., Gabelli L., Guiu B., Mazzarani A., Ruani E., Verzeni N., Vitalucci H.

PADOVA: Donnarumma A., Belli F., Calabrese B. (dal 12′ st Germano U.), Ceravolo F., Cretella C. (dal 23′ st Radrezza I.), Curcio F., Dezi J., Piovanello E., Russini S. (dal 12′ st Gagliano L.), Valentini N., Vasic A. (dal 20′ st Franchini S.). A disposizione: Fortin M., Zanellati A., Franchini S., Gagliano L., Gasbarro A., Germano U., Ghirardello T., Ilie M., Jelenic E., Radrezza I., Zanchi A.

Reti: al 14′ pt Abiuso F. (Pergolettese) , al 25′ pt Abiuso F. (Pergolettese) , al 39′ pt Iori M. (Pergolettese) , al 5′ st Varas K. (Pergolettese) , al 26′ st Villa L. (Pergolettese) .

Ammonizioni: al 11′ pt Varas K. (Pergolettese), al 16′ pt Piccinini S. (Pergolettese), al 22′ pt Arini M. (Pergolettese), al 45’+1 pt Lambrughi A. (Pergolettese), al 19′ st Abiuso F. (Pergolettese) al 29′ pt Cretella C. (Padova).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.